martedì 8 aprile 2008

Copio e incollo da basketnet:

Giganti del Basket (75): Vincenzo Casamassima & Felice Paronelli.

Come ha detto qualcuno di questa coppia, "La classe operaia va in paradiso." E' stato detto come complimento, sia chiaro. Lo dicono perchè questa coppia è entrata un po' dopo i grandi nomi e i grandi personaggi come Zambelli, Albanesi, Solenghi, e C. Ma loro due, neo-arrivati -- Casamassima da vicono a Como, Paronelli da vicino a Varese -- sono riusciti, con applicazione, diligenza, profilo basso e intelligenza ad arrivare a fischiare finali di scudetto, finali di Coppa Italia, gare importanti nelle coppe europee. Come mai questa scalata impressionante, quasi inosservata? Vorrei dire che c'è stato un segreto, un formula magico. Invece, come succede sempre in questi casi, è stato una questione di lavoro e sacrifici: si sono costruiti come arbitri con il lavoro, anche disponibili ad arbitrare allenamenti di squadre e partite giovanili per migliorare e ascoltare consigli; hanno fatto tutto non come un lavoro ma con un vero amore per il ruolo dell'arbitro, per la pallacanestro e per loro professionalità. Sono stati 'costruiti'? Certo, e non è mica una parolaccia, sapete. Magari! Avere arbitri costruiti così!! Buon sangue non mente. Arbitrare è nel sangue di questi due uomini, pure il basket. Felice Paronelli -- fra l'altro sindaco della sua città di Gavirate, fa Commissario per l'ULEB, il suo figlio arbitra in Legadue, e la figlia è ufficiale campo. Sentito questo, mi sono chiesto: "E la moglie? Che fa?" Scherzando, ovviamente. Vincenzo Casamassima è il fratello del mitico coach giovanile Gino, che ha forse stabilito un record per titoli giovanili vinti a Cantù, e oggi Vincenzo è coinvolto con la Tisettanta Cantù, dove il suo fratello ha fatto anche vice-allenatore di Bianchini quando vinse la Coppa dei Campioni. Qual è stato il segreto di questa coppia? Dico una cosa che forse sembra una cosa un po' strana. E' questa: Loro due non hanno mai avuto degli episodi in campo, dopo la partita, sulla stampa, nel mass media, ecc. Non mi ricordo mai una situazione in cui loro due (o uno dei due) è stato preso di mira da un allenatore, un giocatore, un dirigente o una società. Insomma, mai un 'casino.' Perchè? A parte il lavoro serio e di grande impegno fisico-mentale, loro non hanno mai avuto reazioni isteriche, pochi falli tecnici e espulsioni (+ squalifica). Hanno curato i rapporti in maniera equi-distante. Parlavo con la gente prima di scrivere questo pezzo. Voleva una parola per descrivere loro due, loro opera in campo. Quasi tutti hanno usato questa parola: affidabili. E' un grande complimento. Cosa vuol dire questo per tutti? Vuol dire che affrontano la partita in maniera tranquilla perchè sanno che gli arbitri sono imparziali, tecnici, atletici, e ... di fiducia. Quando un coach ti dice. "E' una coppia da avere in trasferta," ha detto tutto. Hanno anche detto questo di Casamassimi & Paronelli. Saranno stati pure operai ma sono anche arrivati in paradiso. Qui dentro, c'è una lezione per tutti, il sottoscritto compreso.

Dan Peterson

2 commenti:

Anonimo ha detto...

complimenti a questi due grandi uomini di sport

Anonimo ha detto...

è anche grazie a gente come loro che il basket è cresciuto sempre più

 

blogger templates | Make Money Online